Antica cultura albanese mista con quello contenporaneo.
Artisti e l' arte albanese nei secoli.
Moderatorë: Laert, I-AMESHUAR
Posto një përgjigje 1 postim · Faqe 1 prej 1
VISAR ZHITI
Avatari i antarit
Drejtues

Poste: 4487
Antarësuar: 28 Janar 2009, 13:10
VISAR ZHITI, Posted 10 Shkurt 2009, 12:10
Visar Zhiti
Poeta albanese
Stralci da sue biografie apparse nei libri pubblicati in Italia
Imazh
Visar Zhiti è nato a Durrës (Durazzo) nel 1952. Laureato in letteratura esordisce giovanissimo in poesia sulle più prestigiose riviste letterarie albanesi. Nel 1979 cade sotto le grinfie del Sigurimi, la famigerata polizia politica, e della censura i cui esperti tra l'altro scrivono «Influenzato gravemente dall'ideologia borghese-revisionista, è scivolato nel grembo di una poesia a noi estranea e ostile, che danneggia la linea del Partito». In base a questo atto fu condannato «per agitazione e propaganda contro lo Stato» a dieci anni di carcere che scontò in lavori forzati delle miniere e nei gulag albanesi. Qui, per la proibizione di scrivere, sfidando ogni pericolo, compose mentalmente, o su frammenti di carta, poesie che consegnava segretamente alla madre durante le rare visite permesse.
Ottenuta la libertà, nel 1987, per il suo "peccato" poté lavorare solo come operaio. Nel 1990, iniziati i primi movimenti che portarono successivamente alla caduta del regime, partecipa alla formazione del movimento democratico, nel 1996 viene eletto deputato in Parlamento. Attualmente è Ministro consigliere per la cultura presso l'Ambasciata albanese a Roma.
In Italia ha pubblicato la raccolta di poesie Dalla parte dei vinti (1998), e per le edizioni Oxiana di Pomigliano d'Arco (Na), Croce di carne (1997) e Passeggiando all'indietro (1998), entrambi tradotti dall'albanista italiano-arbëresh Elio Miracco; questi sono stati accolti favorevolmente dalla critica italiana e straniera. È stato tradotto anche in greco macedone e rumeno; è presente in antologie francesi, inglesi e tedesche.
Ha ricevuto in Albania nel 1993 il Premio Nazionale per la poesia e nel 1995 il premio Velja, in Italia il premio per la Poesia Leopardi d'Oro nel 1992 e il premio Ada Negri nel 1997.
Giuseppe Gradilone, direttore dell'Istituto di Studi Albanesi dell'Università La Sapienza di Roma, gli ha dedicato un saggio definendolo «una nuova e autentica voce del Parnaso albanese». È citato nella Piccola Treccani dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, fondata da Giovanni Treccani.
Oggi, notissimo nel suo Paese per l'intera opera poetica, assurge a simbolo della persecuzione e da ruolo primario nella letteratura contemporanea albanese.
''Skllavëria jonë vjen nga fakti se i nënshtrohemi Sundimit të Gënjeshtrës, se nuk ia çjerrim Maskën e nuk protestojmë kundër saj çdo ditë”:Martiri Polak, Frati Jerzy Popiełuszko. Në shqipë prej polonishtes Bep Martin Pjetri
"Ku asht Shpirti i Zotit, aty asht Liria"("Ubi spiritus Domini ibi libertas") At Gjergj Fishta
"Të vdekun kanë lindë ata, që Sot Heshtin!"Fritz Kolë Radovani
Përgjigju duke Cituar
Posto një përgjigje 1 postim · Faqe 1 prej 1
Antarë duke shfletuar këtë forum: Asnjë antar i regjistruar dhe 1 vizitor
Powered by phpBB3
Copyright ©2008 phpBB Group.
Të gjitha oraret janë UTC + 2 orë . Ora 31 Maj 2020, 03:12
Designed by Monitonix
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /web/htdocs/www.proletari.com/home/mkportal/include/PHPBB3/php_out.php on line 33: Creating default object from empty value
Theme by Zeuder
Copyright 2009 - 2010 da Proletari