Nasce l'idea partendo dalla voglia estroversa di un incontro culturale tra l' Albania e l' Italia. Qui potete conoscervi meglio e chiedere tutto ciò che siete interessati su l' Abania e i albanesi. Benvenuti tra noi.
Moderatorë: Laert, I-AMESHUAR
Posto një përgjigje 3 postime · Faqe 1 prej 1
L'edilizia è una terra straniera anche per i diritti
Avatari i antarit
Drejtues

Poste: 4580
Antarësuar: 28 Janar 2009, 13:10
Lavoro
L'edilizia è una terra straniera anche per i diritti

ImazhImazh
La metà dei lavoratori impiegati nei cantieri sono immigrati. Albanesi, marocchini, rumeni, tunisini. Brahimaj Pjerin (Fillea-Cgil): «Molto spesso sono assunti con un livello da manovali anche se sono muratori esperti, gruisti, piastrellisti. Solo 54 su 3140 ottengono il quarto livello»
La crisi economica penalizza doppiamente i lavoratori stranieri: da una parte li espelle dal mercato del lavoro, spesso senza ammortizzatori sociali, dall’altra li mette in una situazione di ansia per il rinnovo del permesso di soggiorno, che in Italia è legato al posto di lavoro. L’edilizia per l’alta presenza di lavoratori stranieri è il settore che più risente di questo doppio effetto: dei 8545 lavoratori impiegati nei cantieri edili del territorio, il 42 % (3.140) sono immigrati. «A Varese – spiega Brahimaj Pjerin, albanese e segretario della Fillea Cgil – ci vuole di media un anno e mezzo per ottenere il permesso di soggiorno. E in attesa il lavoratore regolare passa clandestino e molto spesso, pur di non perdere il lavoro, diventa lavoratore autonomo, con la partita iva, facendo quello che faceva prima».
Youseef Mohtaje, giovane delegato della Fillea varesina, denuncia un altro fenomeno accentuato dalla crisi: «Molti lavoratori edili immigrati – racconta Mohtaje – vengono da noi con la lettera di licenziamento per assenza ingiustificata dal posto di lavoro. In realtà prima gli viene comunicata a voce la cassa integrazione senza alcuna lettera che spieghi le modalità e la durata, mentre avrebbero l’obbligo di fare una dichiarazione scritta, e poi vengono licenziati perché magari riprende il lavoro e i lavoratori ignari non si presentano. Stanno facendo di tutto».
La parte del leone la fanno gli albanesi (37,4%), marocchini (17 %) e rumeni (14%). Nel giro di un anno hanno chiuso i battenti ben 157 imprese, (si è passati da 2361 a 2204), quasi 1000 i posti di lavoro bruciati con una percentuale più alta (9,3 %) nelle imprese artigiane, la cassa integrazione è aumentata rispetto al febbraio 2008 del 230 per cento.
I dati sono stati divulgati nel direttivo della Fillea-Cgil alla camera del lavoro di Varese, a cui hanno partecipato i segretari nazionali della Fillea Cgil, Moulay el Akkioui e Mercedes Landolfi, il segretario regionale, Franco De Alessandri, il segretario provinciale, Simona Ghiraldi, e il segretario confederale della camera del lavoro di Varese, Marinella Magnoni.
I vertici della Fillea parlano senza mezze misure di «provvedimenti razzisti e xenofobi». Di fatto, secondo i sindacalisti, la discriminazione avviene già con l'inquadramento. «Molti di questi lavoratori, più della metà - spiega ancora Pjerin - sono assunti con un livello da manovali anche se sono muratori esperti, gruisti, piastrellisti. Solo 54 su 3140 ottengono il quarto livello.».
«Qualcuno – conclude Jacques Amani, responsabile immigrati della Cgil di Varese– sta cercando di nascondere questi dati. L’Italia non capisce che l’immigrazione è un fatto di famiglie e non di delinquenti. E se vedete di mattina presto un immigrato sul pullman con molta probabilità non è lì per rubare ma per tornare a casa dopo il turno di notte».
18/05/2009
redazione@varesenews.it
''Skllavëria jonë vjen nga fakti se i nënshtrohemi Sundimit të Gënjeshtrës, se nuk ia çjerrim Maskën e nuk protestojmë kundër saj çdo ditë”:Martiri Polak, Frati Jerzy Popiełuszko. Në shqipë prej polonishtes Bep Martin Pjetri
"Ku asht Shpirti i Zotit, aty asht Liria"("Ubi spiritus Domini ibi libertas") At Gjergj Fishta
"Të vdekun kanë lindë ata, që Sot Heshtin!"Fritz Kolë Radovani
Përgjigju duke Cituar
Avatari i antarit
Drejtues

Poste: 4580
Antarësuar: 28 Janar 2009, 13:10
Varese
Il part time in edilizia va abolito, genera irregolarità

I sindacati hanno indetto uno sciopero generale di 8 ore per giovedì 24 aprile
Imazh Imazh
«Il contratto di lavoro part time nell’edilizia è un modo per camuffare il lavoro irregolare. Alla fine i muratori lavorano fino a 12 ore al giorno. Noi siamo per una restrizione dell’utilizzo di questo contratto. Andrebbe regolamentato rigidamente, oggi invece se ne fa un uso selvaggio». Nel momento esatto in cui i segretari provinciali della Fillea- Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil facevano questa dichiarazione, a Legnano un operaio egiziano di 37 anni moriva schiacciato in un cantiere. La morte non aspetta la contrattazione e tantomeno lo sciopero generale di 8 ore indetto in tutti i cantieri edili per giovedì 24 aprile.
(foto sopra, da sinistra: Antonio Massafra, Simona Ghiraldi, Francesco Condorelli)

Una ricerca del 2007, condotta nelle principali città italiane, ha rivelato un aumento dei lavoratori edili part time che va dal 30 al 50 per cento. A Roma, ad esempio, nel 2006 erano circa 9.000, diventati 17.000 nel 2007. A Milano da un anno all'altro sono aumentati del 30 per cento, passando da 5.331 a 7.347.

«Il contratto nazionale degli edili è scaduto da quasi cinque mesi – dice Simona Ghiraldi , segretario provinciale della Fillea Cgil – e gli imprenditori hanno una posizione di chiusura su alcuni punti qualificanti del contratto. Questo settore è la vera frontiera del lavoro, perché qui si giocano anche alcune dinamiche sociali importanti: il 90 per cento dei neoassunti sono extracomunitari e molto spesso anche gli imprenditori sono stranieri».

I punti qualificanti di cui parlano i sindacati riguardano, oltre la regolamentazione rigida del part-time, il diritto al pagamento della malattia nei primi tre giorni anche per eventi brevi, il salario con un aumento di 105 euro al 3 livello. In provincia di Varese i lavoratori interessati al contratto sono circa 10 mila.
«C'è anche un problema rispetto all'età pensionistica- aggiunge Antonio Massafra, segretario della Feneal Uil - . I lavoratori edili non sono stati compresi nella normativa dei lavoratori usuranti. O meglio, solo alcune categorie speciali, in tutto 20 mila lavoratori su un totale di 1.400.000 addetti. Questo significa che nell'edilizia abbiamo molti lavoratori che vanno in pensione oltre i settanta anni, l'anno scorso ne avevamo uno di 72. Il motivo dipende dal fatto che gli edili hanno dei buchi nel periodo di lavoro, dovuti al maltempo o al cambio di cantiere che sommati alla fine della carriera lavorativa arrivano anche a cinque, sei anni. Quindi devono lavorare 40 anni per maturane 35. Noi riteniamo che sia necessario istituire un fondo che vada a compensare quella mancata contribuzione».
(foto sopra da sinistra i delegati: Pjerin Brahimaj, Marinela Cozma e Marino Mazzola)
La provincia di Varese sta sperimentando anche un nuovo progetto, in accordo con gli enti bilaterali e le parti sociali, che si chiama Iper PiMus (Piano di montaggio uso e smontaggio dei ponteggi): si tratta di tre persone che vanno nei cantieri con il compito esclusivo di controllare ciò che non va nell'utilizzo dei ponteggi e consigliare agli imprenditori le misure necessarie. «La formazione è fondamentale nel discorso sicurezza - conclude Francesco Condorelli, segretario della Filca Cisl -. Nella nostra provincia con i libretti formativi dei lavoratori in cinque anni abbiamo censito 45 mila persone. Una mappatura importantissima perché è una sorta di carta di identità del lavoratore».

18/04/2008
Michele Mancinomichele.mancino@varesenews.it
''Skllavëria jonë vjen nga fakti se i nënshtrohemi Sundimit të Gënjeshtrës, se nuk ia çjerrim Maskën e nuk protestojmë kundër saj çdo ditë”:Martiri Polak, Frati Jerzy Popiełuszko. Në shqipë prej polonishtes Bep Martin Pjetri
"Ku asht Shpirti i Zotit, aty asht Liria"("Ubi spiritus Domini ibi libertas") At Gjergj Fishta
"Të vdekun kanë lindë ata, që Sot Heshtin!"Fritz Kolë Radovani
Përgjigju duke Cituar
Avatari i antarit
Drejtues

Poste: 4580
Antarësuar: 28 Janar 2009, 13:10
Federazione Italiana Lavoratori, Posted 21 Maj 2009, 18:38
Fillea Cgil Varese
Federazione Italiana Lavoratori
Legno Edili e Affini

Organizzazione:

La Segreteria

Ghiraldi Simona Segretario Generale
Mazzola Marino zona Tradate e Saronno
Pagano Michele Somma Beton
Lozzia Rosanna Colacem Spa
Andreotti Renzo zona Laghi e Varese
Annesi Vincenzo zona Varese

Comitato Direttivo
Ditta
ALBANESI LEONELLO Colacem Spa
ALBERGATORE INNOCENZO F.lli Salviato
ANDREOTTI RENZO Apparato
ANNESI VINCENZO Apparato
ANTONELLO CLAUDIO Pan Edile
BAIUNCO GIOVANNA Pipe Brebbia
BRAHIMAJ PJERIN F.lli Baggio
BRESCIANI TIZIANO Rossi di Albizzate
CADONI MARIO F.lli Castelli
CARDANI ROBERTO Holcim
CARULLI LUIGI F.lli Salviato
COPPOLA SEBASTIANO S. & T. Varese
CROCI CLAUDIO Apparato
DE FILIPPIS ANTONIO Holcim
DEIDDA RAFFAELE Cave del Ticino
DIONEA GIORGIA F.lli Salviato
D'ITALIA TRIPOLINO Saimp
ELBABA IBRAHIM ABDUL GHANI Bianchi Cornelio
ESPOSITO CONCETTA Cassa Edile
FARA PIERO F.lli Castelli
FRANCATO MARCO F.lli Salviato
GHIRALDI SIMONA Apparato
GIAMPANI PIERO ANTONIO S.I.S.
INFANTINO GIUSEPPE F.lli Galli
LOZZIA ROSANNA Colacem
MAZZOCCOLI DONATO Ceresio Arredamenti
MAZZOLA MARINO Apparato
METTA LAURA Gasparoli
NAGERO RAFFAELE S. & T. Varese
NASI LIVIO Gasparoli
PAGANO MICHELE Somma Beton
PARRINO STEFANO Holcim
PEDROLI PAOLO Holcim
RASO SILVIO Eredi De Tomasi
ROSSI CESARE Sarca
RIMOLDI ELIO CPT - Scuola Edile
ROUAS ABDELHAK Nova Edil
SCAVONE BENITO C.I.C.
SGHIRINZETTI ALDO Holcim
SORRENTINO GAETANO Pircher
URBANI GAETANO Edilda
''Skllavëria jonë vjen nga fakti se i nënshtrohemi Sundimit të Gënjeshtrës, se nuk ia çjerrim Maskën e nuk protestojmë kundër saj çdo ditë”:Martiri Polak, Frati Jerzy Popiełuszko. Në shqipë prej polonishtes Bep Martin Pjetri
"Ku asht Shpirti i Zotit, aty asht Liria"("Ubi spiritus Domini ibi libertas") At Gjergj Fishta
"Të vdekun kanë lindë ata, që Sot Heshtin!"Fritz Kolë Radovani
Përgjigju duke Cituar
Posto një përgjigje 3 postime · Faqe 1 prej 1
Antarë duke shfletuar këtë forum: Asnjë antar i regjistruar dhe 2 vizitorë
Powered by phpBB3
Copyright ©2008 phpBB Group.
Të gjitha oraret janë UTC + 2 orë . Ora 08 Maj 2021, 06:39
Designed by Monitonix
[phpBB Debug] PHP Warning: in file /web/htdocs/www.proletari.com/home/mkportal/include/PHPBB3/php_out.php on line 33: Creating default object from empty value
Theme by Zeuder
Copyright 2009 - 2010 da Proletari